homecurriculumdoveprenota visitalistino prezziphoto gallery

Botulino (VISTABEX)

botulino fotoUtilizzato già a partire dagli anni '80 in campo oculistico e neurologico, da alcuni anni il botulino è impiegato con grande successo a scopi estetici soprattutto a livello della fronte e delle regioni orbito-palpebrali, con possibili altre applicazioni sulla porzione inferiore del volto e del collo.

Le rughe della fronte e quelle a lato degli occhi ("zampe di gallina"), come pure l'abbassamento del sopracciglio, possono essere trattate con successo mediante microiniezioni di piccolissime quantità di botulino. Il botulino agisce selettivamente rilassando la muscolatura responsabile della creazione delle rughe. Il trattamento deve essere preceduto da un'attenta visita fisiognomica del volto affinchè siano trattati solo i muscoli interessati e non si alteri la mimica facciale.

Trattamento.

La seduta, che si effettua nello studio medico, dura pochi minuti senza la necessità di ricorrere a test allergici e senza l'uso di anestetici locali.
Le iniezioni sono indolore e non lasciano, se non in casi eccezionali, alcun segno; rare volte può essere presente un leggero rossore per alcune ore o delle piccole ecchimosi che scompaiono in alcuni giorni e possono essere camuffate con un fondotinta.

Risultati.

Gli effetti compaiono dopo alcuni giorni (in media 4) e raggiungono l'apice dopo circa una settimana; hanno una durata media di 4-6 mesi con una tendenza all'allungamento legata all'aumentare del numero delle sedute, cosa che si ottiene in genere dopo circa 8 sedute.

Se per qualsiasi motivo si devono interrompere i trattamenti, si tornerebbe comunque gradualmente alla situazione iniziale (prima del primo trattamento), avendo concesso alla propria pelle una "pausa" dalle sollecitazioni costanti dei muscoli.

Il più recente impiego del botulino in estetica è indirizzato anche alle giovani donne come prevenzione alla formazione delle rughe e per ottenere l'effetto, esteticamente gradevole ad ogni età, di alzare il sopracciglio aprendo lo sguardo, riproducendo cioè un effetto lifting.


Complicanze.

Le complicanze, seppur molto rare, sono reversibili e di breve durata. Sono dovute ad una diffusione della tossina botulinica in sedi indesiderate; in particolare, le complicanze più frequenti sono rappresentate dall'assimetria delle sopracciglia, dalla ptosi palpebrale, dall'ectropion della palpebra inferiore, dalla diplopia, dalla ipocorrezione del difetto o dalla sua ipercorrezione.

Per evitare tutto ciò si chiede al paziente di non strofinarsi o massaggiarsi le zone delle iniezioni, di non indossare caschi o cappelli, di non stare distesi, di non fare attività fisica intensa o qualsiasi manovra che comporti congestione del volto per almeno 4 ore dopo il trattamento.

Controindicazioni assolute al trattamento:

• ipersensibilità accertata a ciascun componente della formulazione: tossina botulinica,   albumina umana, cloruro di sodio
• disordini generalizzati dell'attività muscolare
• pazienti in trattamento con antibiotici aminoglucosidici o spectinomicina
• presenza di infezioni o infiammazioni a livello del sito di iniezione
• gravidanza o allattamento.