homecurriculumdoveprenota visitalistino prezziphoto gallery

Chirurgia plastica ricostruttiva


La chirurgia plastica ricostruttiva, a differenza della chirurgia estetica , mira al ripristino della funzione di quell’organo o apparato deturpato congenitamente o dopo eventi traumatici o dopo malattie oncologiche. Mentre  altre discipline chirurgiche sono finalizzate allo studio ed alla terapia di un singolo organo od apparato, la chirurgia plastica non ha un campo di applicazione delimitato, essa, se da un lato è chirurgia cutanea e di superficie, dall'altro interviene anche sui tessuti profondi e sullo scheletro.

Ill campo in cui trova applicazione la chirurgia pastica truttiva è vastissimo, dallo studio e terapia delle malformazioni esterne, soprattutto dell'estremo cefalico, dell'arto superiore, dei genitali, al trattamento di patologie acquisite specie di origine traumatica, quali le ustioni e le ferite complesse, così come si occupa sempre di più della patologia “ulcere cutanee” in pazienti defedati, mielolesi, e comunque con gravi problematiche associate.

Altro settore di punta è quello   della chirurgia oncologica , da un puntmolitivo e ricostruttivo , come quello della mammella femminile e maschile, dei tumori cutanei. Inoltre il chirurgo plastico si trova frequentemente a collaborare con specialisti di altre discipline nella terapia delle più varie patologie per la programmazione ed esecuzione del trattamento ricostruttivo, sempre con una visione anche di tipo estetico, soprattutto nella scelta dei materiali (suture) e delle tecniche che devono prima di tutto risolvere il problema funzionale del paziente, ma assicurandogli comunque un auspicato ripristino dell’integrità estetica.