homecurriculumdoveprenota visitalistino prezziphoto gallery

Lifting non chirurgico.

Il lifting non chirurgico è una nuova tecnica di ringiovanimento globale non chirurgico del volto che si basa sull’ infiltrazione dei tessuti molli con sostanze riassorbibili (FILLER). Essa permette di ricreare i volumi perduti, di riposizionare ed elevare i tessuti , di diminuire le rughe e gli avvallamenti,di reidratare la pelle.
Normalmente si utilizzano filler a base di acido ialuronico reticolato di varie densità e/o idrossiapatite che vengono iniettati a vari piani di profondità utilizzando delle micro cannule secondo vettori ascendenti (effetto V).
E’ un approccio estremamente personalizzato che prende origine sia da una analisi  matematica ed armonica del viso (formula matematica di Fibonacci del rapporto aureo) sia dagli ultimissimi studi riguardanti le varie logge adipose del volto.
Si è infatti visto che la bellezza e l’attrattività del viso dipende dal relazionarsi tra loro delle sue varie componenti secondo un rapporto ben preciso( PHI= 1: 1,618).
Studi recenti hanno inoltre evidenziato come l’invecchiamento del viso sia notevolmente influenzato da una perdita di volume di alcuni depositi adiposi posti in profondità.

Procedimento.

Vengono analizzati i vari 1/3 del viso: il superiore (dall’attaccatura dei capelli agli occhi), il medio ( dagli occhi alle labbra) e l’inferiore (dalle labbra al mento).
Nel 1/3 superiore si prenderanno in considerazione le depressioni a livello delle tempie, le rughe della glabella (tra gli occhi) e quelle laterali agli occhi (zampe di gallina), la posizione ed il volume dell’area sopraccigliare.
Nel 1/3 medio lo scopo sarà di ricreare il volume zigomatico secondo un asse obliquo verso l’esterno che dia slancio a tutto il viso e ricrei un profilo “ogivale” verranno inoltre trattate e sollevate le aree infraorbitarie, i solchi naso-labiali (depressioni ai lati del naso) e i lati della bocca.
Nel 1/3 inferiore verrà rimodellato e ridefinito il contorno della mandibola, l’angolo mandibolare, il mento, i solchi e la depressione labio-mentoniera, la regione pre-parotidea.

A seconda delle necessità le tre aree potranno essere trattate tutte nella medesima seduta o separatamente.

Il tutto si esegue ambulatorialmente potendo praticare nelle persone più sensibili, una lieve anestesia locale o da contatto.
Il lifting non chirurgico è molto ben tollerato e gli effetti secondari sono ridotti, ovvero un modesto edema per 2-3 giorni ed eventualmente qualche piccolo ematoma per 4-5 giorni.
L’utilizzo di filler ampiamente testati e riassorbibili (acido ialuronico/idrossiapatite) garantisce la sicurezza del trattamento il cui effetto durerà circa 10-12 mesi e anche oltre.

L’efficacia di questo approccio potrà essere amplificata associando, in tempi diversi, un trattamento con la tossina botulinica.
In particolari circostanze la stessa filosofia e metodologia potrà essere applicata iniettando non l’acido ialuronico ma il proprio grasso (liporistrutturazione, lipofiling, autolipotrapianto).